Notte della Taranta 2018

Una lunga notte mai buia è stata quella vissuta  per la ventunesima edizione della Notte della Taranta 2018; il paesaggio il tema dell’edizione! E come marcare le suggestive bellezze del nostro paese se non attraverso la luce del Sole? Dall’alba al tramonto le tonalità di giallo, arancio, oro, rosso, violetto dei raggi del Sole disegnano paesaggi sempre nuovi perché modulati da colori sempre cangianti, quelli del Sole delle Luminarie salentine, quelle di Marianolight, che anche quest’anno fanno da scenografia alla notte più pizzicata del Salento.

Marianolight installa sul palcoscenico un maestoso Sole dal diametro di 16 metri. Le Luci tradizionali delle luminarie modulano a suon di pizzica lo spettacolo e ben 64 raggi da 8 mt di luci RGB emozionano e scaldano gli artisti sul palco e le migliaia di spettatori affascinati dalla Taranta.

Notte della Taranta 2017

Per questo ventennale della Notte della Taranta si è pensato di riportare la musica popolare con i suoi suoni ed i suoi  balli nelle tipiche atmosfere della festa di paese.

L’idea è stata di riprodurre un’imponente cassarmonica di luminarie di forma semicircolare: gli archi montati sul palco coprono una superficie di 400 metri quadrati di merletto e intaglio luminoso e  raggiungono un’altezza di 14 metri, con 19mila lampade a led di colore blu, come il mare e il cielo del Salento, e bianco caldo come la Luce della nostra terra.

Sul fronte palco è stata inoltre realizzata una cornice, sempre con lampadine a led degli stessi colori, che lo delinea e crea un vero e proprio effetto scenico di “quadro” di questa ‘piazza’ che accoglierà l’Orchestra, il corpo di ballo ed i numerosi ospiti.

L’installazione è stata progettata da Lucio Mariano di Marianolight  in collaborazione con il regista e coreografo Luciano Cannito.

 

 

Notte della Taranta 2015

‘La Notte della Taranta’, l’evento culturale italiano di musica popolare più importante dell’anno, si è tenuto lo scorso 22 agosto.
Più di quattro ore per uno spettacolo che ha come protagonista la taranta, il ragno che morde e causa isterismi convulsivi nelle sue vittime da cui si guarisce solo ballando a suon di ‘pizzica’.
Sul grande palco il ragno e la sua ragnatela, ideata dall’architetto e designer salentino Fabio Novembre e realizzata da Marianolight, azienda salentina presente sul territorio da oltre cent’anni.

L’evento ha visto la partecipazione di 200 mila persone che hanno ballato illuminate da 12 milioni di luci RGB, i ‘pixel’ luminosi che compongono l’architettura perfetta della ragnatela, opera della ‘taranta che pizzica’ un maestoso elemento realizzato secondo i dettami delle luminarie tradizionali.

Tanti sono stati i giochi di luce che si sono susseguiti durante lo spettacolo e che hanno reso il palcoscenico sempre nuovo, cambiando le scenografia e affascinando i tanti spettatori.
Oltre al grande architetto e designer Fabio Novembre, genio creativo per marchi come Lavazza, RCR, AC Milan, l’evento si è avvalso anche della collaborazione di un grande artista, Jo’ Campana, famosissimo Lighting Designer che ha curato le scenografie e l’impianto illuminotecnico dei live tour di Ligabue, Vasco Rossi, Litfiba e dei Negrita.Onorati di aver collaborato in team in questa avventura.

 

Notte della Taranta 2012

Anche quest’anno il 25 agosto, il Convento degli Agostiniani a Melpignano  ospiterà La Notte della Taranta, il più grande festival europeo dedicato alla musica tradizionale.

A fare da fondale all’Orchestra della Notte della Taranta, diretta dal maestro Goran Bregović, una scenografia disegnata dal Maestro Mimmo Paladino, uno tra i maggiori rappresentanti della Transavanguardia, movimento artistico che cerca saldi legami con la tradizione storica, riproponendo il passato con un linguaggio figurativo neo-espressionista.

Si tratta di una vera e propria opera d’arte, che riesce a evocare immagini di popoli di etnie diverse riunite in un unico grande spazio e che il Maestro Paladino ha voluto fosse ‘fatta’ con le luminarie della tradizione salentina, ‘legando’ così l’opera al nostro territorio.

La MARIANOLIGHT è stata incaricata di realizzare il grande fondale  (formato da 6 pannelli, dimensioni finali mt. 16 x 10) utilizzando il legno, la vernice bianca, l’intaglio, le piccole lampade colorate, in un grande lavoro di collaborazione che vede impegnati circa n. 12 tecnici da oltre 20 giorni e l’impiego di n. 5.000 lampade LED, per un consumo di soli w 2.000 grazie a questa nuova tecnologia.

I  lavori procedono a gran ritmo, tutto deve essere pronto per LA NOTTE DELLA TARANTA 2012!

Di seguito alcuni link:

http://bari.repubblica.it/cronaca/2012/08/18/foto/palco_d_autore_per_la_taranta_con_le_luci_disegnate_da_paladino-41147177/1/